gio ponti biografia

Collabora con la manifattura ceramica Richard-Ginori (fino al 1938) dando il via a un rinnovamento della produzione. The house in Via Randaccio, the first house designed by Ponti, and where he also lived. Biografia Gio Ponti. – Nacque a Milano il 18 novembre 1891 da Enrico e da Giovanna Rigone, in una famiglia molto rappresentativa della borghesia imprenditoriale lombarda. He worked with the Richard-Ginori ceramics factory (until1938), a collaboration that gave rise to a renewed kind of production. Giovanni "Gio" Ponti (18 November 1891 – 16 September 1979) was an Italian architect, industrial designer, furniture designer, artist, teacher, writer and publisher. - Il concetto di italianità, unito a un avvicinamento alle teorie razionaliste, lo condurrà a concepire le prime ''Case tipiche" emblematicamente denominate"Domus''. La quotazione e gli indici dell'artista stabiliti da Artprice.com si basano su 6.762 aggiudicazioni. Fonda, con Gianni Mazzocchi, la rivista "Domus'', che rappresenterà il suo strumento di elaborazione e diffusione delle nuove idee progettuali, in architettura, nel disegno di arredo e nelle arti decorative. Giovanni Ponti, detto Gio, nasce a Milano il 18 novembre 1891 da Enrico Ponti e Giovanna Rigone. Ponti published “In Praise of Architecture”, an essay in diary form. RICERCA. After graduating from Politecnico di Milano, he married Giulia Vimercati. Después de haber dejado la escuela a causa del llamado a las armas durante la Primera Guerra Mundial, se graduó en Arquitectura en 1921 en el Politécnico de Milán. Superleggera is a chair designed by Italian designer Gio Ponti in 1955 and produced by the Italian company Cassina since 1957 . The early post-war years found him on the one hand intensively involved (in both theory and practice) in the question of reconstruction, and on the other in the renewal of his own formal idiom: volume gave way to surface. Después de haber dejado la escuela a causa del llamado a las armas durante la Primera Guerra Mundial, se graduó en Arquitectura en 1921 en el Politécnico de Milán. Gio Ponti. Nel 1927 fonda il Labirinto, con Lancia, Buzzi, Marelli, Venini e Chiesa, per proporre arredi e oggetti di alto livello. LAUREATOSI AL POLITECNICO DI MILANO, INIZIA L ATTIVIT (1921) NELLO STUDIO DI MINO FIOCCHI ED EMILIO LANCIA. The Ponti, Fornaroli, Rosselli practice came into being. Si laurea al Politecnico di Milano e sposa Giulia Vimercati. Dans la même année, il épousa Giulia Vimercati noble, ancienne famille Brianzola, avec qui il a eu quatre enfants (Lisa, Giovanna, Letizia et Giulio). Colour predominated. La prima aggiudicazione registrata sul sito è un/a oggetti del 1986 da Christie's , e la più recente un/a mobilio del 2021. I know it's a bit pedantic, but we might as well get it right. Podrás ver y comprar sus nuevos y últimos libros, novedades, packs especiales, descargar su libro digital en PDF o ePUB, obras y sagas del autor. Biografía. Muore a Milano, nella casa di via Dezza, il 16 settembre 1979. 1891. The Italian entry says right at the beginning: "Giovanni Ponti, detto Giò", i.e. GIO PONTI. PONTI, Giovanni. Queste invenzioni troveranno una esemplare applicazione nelle ville dei primi anni Cinquanta: a Caracas, Villa Planchart e Villa Arreaza; a Teheran, Villa Nemazee. Prende avvio il suo coinvolgimento nelle Triennali di Milano (1930, 1933 -la "sua" Triennale -, 1936, 1940, 1951). Gio Ponti was an admirer of the critic Edoardo Persico. La forma "a diamante" ne è il codice. ARCHITETTO E DESIGNER MILANESE (1891-1979). It is one of the most famous products of the designer and one of the most important industrial design products of the twentieth century. Con Ponti la figura dell’architetto si coniuga subito con quella di divulgatore culturale e di interprete del nuovo “gusto borghese”. Origem: Wikipédia, a enciclopédia livre. Vedi tutte le foto e le immagini di Gio Ponti, leggi tutte le notizie e le informazioni su Gio Ponti, vedi la mappa e la guida della città e scopri come raggiungere i musei. Gio Ponti si laureò in architettura nel 1921 e aprì uno studio insieme ad altri architetti ed ingegneri fino al 1923 quando partecipò alla prima biennale delle arti decorative tenutasi a Monza. El conocido arquitecto y diseñador italianoi Gio (Giovanni) Ponti , nació en Milán el 18 de noviembre de 1891. Dopo il liceo classico, nel 1913, si iscrive alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, ma potrà laurearsi solo alla fine della prima guerra mondiale cui partecipa, nonostante la salute inizialmente cagionevole, in prima linea, riportandone alcune decorazioni sul campo e numerosi ritratti ad acquerello dei compagni d'armi. Dopo aver interrotto gli studi a causa della chiamata alle armi durante la prima guerra mondiale, consegue la laurea in Architettura nel 1921 al Politecnico di Milano. Centrale è un inedito approccio al tema dell'abitazione. © Gio Ponti Archives | Tutte le immagini e i testi sono coperti da copyright. His religious buildings,  the Milan churches of San Francesco, 1964, and of San Carlo Borromeo, 1966  were evidence of a trend towards dematerialisation, and looked forward to some of his works in the decade to come. Ponti inventa il premio Compasso d'Oro e, nello stesso anno, è partecipe della nascita, per conto di Alberto Rosselli, socio e genero, della rivista "Stile Industria". Ponti conosce Bernard Rudofsky. In questi anni si verifica un progressivo allontanamento di Ponti dalla committenza pubblica ufficiale e un rinnovato interesse per le arti decorative (collaborazioni con Venini e De Poli), per la pittura e per la scenografia teatrale. © Gio Ponti Archives | All images and texts are covered by copyright. Ponti graduated in 1921 from the Milan Polytechnic. Nello stesso anno si sposò con la nobile Giulia Vimercati, di antica famiglia brianzola, da cui ebbe quattro figli (Lisa, Giovanna, Letizia e Giulio) . designed the house in Via Dezza, adjacent to the studio, where he would live from then on, in an apartment expression of his "culture of living", his passions and his themes. La palazzina di via Randaccio a Milano, la prima casa progettata da Ponti, e da lui anche abitata. "Giovanni Ponti, called Giò". Descubre más sobre Gio Ponti: su cumpleaños, lo que hizo antes de la fama, su vida de familia, curiosidades, popularidad y más. His "classical formation", as he described it, and his passion for pictorial art (he would have liked to be a painter) were the origin of the early Ponti idiom. Inizia la collaborazione con la "Luigi Fontana" (dall'anno successivo "Fontana Arte" di cui assumerà la direzione artistica). Nel campo dell'arredo l'ideazione tocca un vertice con le "pareti organizzate": mobile autoilluminante, pannello-cruscotto, finestra arredata. Having temporarily left "Domus", Ponti created the magazine"Stile". Scopri la sua storia e il suo pensiero. Ponti, abbandonata temporaneamente la direzione di "Domus”, crea per l'editore Garzanti la rivista "Stile", che dirigerà fino al 1947, portando avanti il suo programma di diffusione della cultura artistica e architettonica, per la formazione di un'inedita "cultura dell'abitare". Central to his style was a new approach to the theme of the home. Giovanni Ponti més conegut com a Gio Ponti Milà, 18 de novembre de 1891 - 16 de setembre de 1979) va ser un dels arquitectes, dissenyadors industrials, artistes i publicistes italians més importants del segle XX.. Els seus pares van ser Enrico Ponti i Giovanna Rigone. These inventions found exemplary applications in his remarkable villas of the early 1950s: Villa Planchart and Villa Arreaza in Caracas; Villa Nemazee in Teheran. After the war he was close to the group of "Milanese neo-classicists". Begins his association with Antonio Fomaroli and Eugenio Soncini (1933-1945). Da questo. di Fulvio Irace - Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 84 (2015) PONTI, Giovanni (Gio). A constant preoccupation of this period was the search for luminosity and spatial fluidity. Gio (Giovanni) Ponti, noto designer e architetto milanese, nasce nel capoluogo lombardo il 18 novembre 1891. La sua attività si evolse e, sempre negli anni ’20 del Novecento, divenne designer nelle industrie di ceramica della Richard Ginori dando vita alla strategia di marketing della società. Ponti's theory of "finite form" became pivotal to all his work, from the smallest product design project to the grandest work of                  architecture, a theory codified in his beloved "diamond shape". Gio Ponti nacque a Milano nel 1891, e nel 1921 si laureò in architettura al Politecnico di Milano, dopo aver interrotto gli studi a seguito della sua partecipazione alla Prima Guerra Mondiale. Ponti met Bernard Rudofsky. BIOGRAFIA DE GIO PONTI. He died in the house in Via Dezza, Milan, September 16, 1979. Gio Ponti est diplômé en architecture à l'époque Régio Tecnico Superiore Istituto en 1921, après avoir arrêté ses études au cours de sa participation au Première Guerre mondiale. sodalizio nasceranno importanti progetti e realizzazioni: edifici scolastici (Scuola di Matematica alla Città Universitaria di Roma, Facoltà di Lettere e Rettorato dell'Università di Padova), edifici per uffici (Palazzo Montecatini) ed edifici residenziali (Casa Marmont in via Gustavo Modena a Milano, Casa Laporte in via Brin a Milano e Villa Donegani a Bordighera). Biografia. - si associa con Antonio Fornaroli ed Eugenio Soncini (1933-1945). Giò PONTI (1891-1979) è un artista nato nel 1891. Here, Ponti met the critic Ugo Ojetti, who became a point of reference for Ponti's professional development thereafter. As he approached eighty Gio Ponti was still producing memorable works, most memorably the Cathedral of Taranto (1970) and the Denver Art Museum: his architecture now took the form of the thin perforated sheet. Apre il suo primo studio a Milano con l'architetto Emilio Lancia (1927-1933). "Domus" was a unique mouthpiece through which to formulate and popularise new design and architecture ideas. Starts his teaching work on courses in interior design, furnishing and decoration at Milan Polytechnic (from 1936 to 1961). Gio Ponti (1891-1979) dopo gli studi classici, inizia a frequentare, nel 1913, la Facoltà di Architettura presso il Politecnico di Milano. Gio Ponti. Ningún tema creativo le fue ajeno a Gio Ponti (1891- 1979), un humanista del diseño, fundador y director hasta su muerte de la mítica revista Domus, desde la que reveló su visión del mundo. Il capolavoro da tutti riconosciuto: il Grattacielo Pirelli a Milano. His role as editor until 1947 gave him another opportunity to spread artistic and architectural culture, part of his attempt to create a new "culture of home living''. He presented porcelain and majolica works of classical inspiration at the 1st lntemational Exhibition of Decorative Arts in Monza, in 1923. Diviene docente del corso di interni, arredamento e decorazione presso il Politecnico di Milano (dal 1936 al 1961). Gio Ponti, la biografia di Gio Ponti, le opere create, le date degli eventi e delle mostre d'arte in programma. Gio Ponti si laureò in architettura presso l'allora Regio Istituto Tecnico Superiore (il futuro Politecnico di Milano) nel 1921, dopo aver sospeso gli studi durante la sua partecipazione alla prima guerra mondiale. His work in fumishings reached a peak with his so-called "organised walls" and composite furnishings. In 1927 he founded Il Labirinto with Lancia, Buzzi, Marelli, Venini and Chiesa in order to produce high-quality furniture and objects. The Milan Triennale also spells it Gio on its site. Il colore predomina. Biografia. Se graduó en Arquitectura en el Regio Istituto Tecnico Superiore di Milano (actual Politécnico de Milán) y en 1921 abrió un estudio con Mino Fiocchi y Emilio Lancia. Gio Ponti, byname of Giovanni Ponti, (born Nov. 18, 1891, Milan, Italy—died Sept. 15, 1979, Milan), Italian architect and designer associated with the development of modern architecture and modern industrial design in Italy. Dipinge su perspex, piega con l'argentiere Sabattini sottili lastre metalliche, pensa tessuti, pavimenti, facciate. Inicialmente abrió un estudio con el arquitecto Emilio Lancia (1926-1933), y luego trabajó con los … He also painted on perspex, folded wafer-thin sheet metal and designed fabrics, floors and fronts. Giovanni (called "Gio") Ponti was born in Milan on 18 November 1891, the son of Enrico Ponti and Giovanna Rigone. Rientrato a Milano, si avvicinerà al gruppo dei "neoclassici milanesi". Giovanni “Gio” Ponti (born November 18, 1891, Milan, Italy–died September 16, 1979, Milan, Italy) was one of the most influential Italian architects, industrial designers, furniture designers, artists, and publishers of the 20 th century. He began working with the "Luigi Fontana factory" (the year after "Fontana Arte" which will assume the artistic direction). 08:08, 10 March 2011 (UTC)Campolongo Well, his given name was Giovanni, shortened to Giò in Italy. Durante la guerra visita le architetture di Palladio. Lì Ponti incontra il critico Ugo Ojetti, figura di riferimento per la sua formazione. See more ideas about Gio ponti, Richard ginori, Ceramics. Porcellane e maioliche, d'ispirazione classica, verranno  presentate alla Prima Mostra Internazionale di Arti Decorative di Monza, nel 1923. These were the years of the Villa Bouilhet at Garches, Paris, in which he fused together architecture, interior design and decoration. La teoria della ''forma finita", punto cardine dell'opera di Ponti, coinvolge tutti i livelli della progettazione: dagli oggetti più minuti alle grandi architetture. Biografía de Gio Ponti El conocido arquitecto y diseñador italianoi Gio (Giovanni) Ponti , nació en Milán el 18 de noviembre de 1891. These years also saw a huge output in furnishings, an area in which he blended functional  efficiency with formal elegance. His universally acknowledged masterpiece: the Pirelli skyscraper. In the 1960s Ponti turned his attention away from Latin America to the East he built ministerial buildings in lslamabad in Pakistan and a villa for Daniel Koo in Hong Kong, and designed a number of important department store fronts in  Singapore, Hong Kong and Eindhoven in Holland. He is considered the father of modern Italian design and is associated with the development of modern architecture in Italy. After a classical schooling, he enrolled in at the Faculty of Architecture, Milan Polytechnic, but did not graduate until the end of World War One, a war in which, despite his early poor health, he served on the front line, and from which he took away several … Gio Ponti An architect, a designer and an artist, Gio Ponti (Milano 1891-1979) graduated in Milan in 1921 and initially entered into partnership with Emilio Lancia and Mino Fiocchi from 1927 to 1933. Nasce lo Studio Ponti, Fornaroli, Rosselli. After a classical schooling, he enrolled in at the Faculty of Architecture, Milan Polytechnic, but did not graduate until the end of World War One, a war in which, despite his early poor health, he served on the front line, and from which he took away several decorations, numerous watercolours of his companions in arms, and memories of the architecture of Palladio he had seen as a soldier. Gio Ponti Architetto, designer e artista, Gio Ponti (Milano 1891-1979) si laurea a Milano nel 1921 e si associa inizialmente con Emilio Lancia e Mino Fiocchi dal 1927 al 1933. After his professional association with Emilio Lancia came to an end with the completion of the Rasini tower-house in Milan's Corso Venezia,  his friendship with the painter Massimo Campigli began to take on increasing importance. BIOGRAFIA. He opened his first practice with architect Emilio Lancia (1927-1933). L'architettura è ormai un foglio traforato. La biografia e le opere di Gio Ponti, autore di molti mobili e complementi d'arredo Cassina. Biography - Giò Ponti. - Negli anni Sessanta i viaggi di Ponti si spostano dall'America Latina all'Oriente: realizzerà gli edifici ministeriali di lslamabad in Pakistan, una villa per Daniel Koo a Hong Kong e alcune importanti facciate per grandi magazzini (a Singapore, a Hong Kong, a Eindhoven in Olanda). Gli edifici religiosi a Milano (la chiesa di San Francesco, 1964, e la chiesa di San Carlo Borromeo, 1966) rappresentano un'evidente tendenza alla smaterializzazione, anticipando alcune delle opere del decennio successivo. Ponti invented the Compasso d'Oro award  and in the same year was involved in the setting up for his partner and son in-law Alberto Rosselli of the   magazine "Stile Industria". La "conformazione classica", come egli stesso diceva, la passione per la pittura (avrebbe voluto essere pittore) e per le arti decorative costituiscono la matrice da cui si sviluppa il primo linguaggio pontiano. Ad ottant'anni Gio Ponti realizza ancora opere memorabili quali la Concattedrale di Taranto (1970) ed il Denver Art Museum . 1913. Avranno quattro figli: Lisa, Giovanna, Giulio e Letizia, e poi otto nipoti. Biografía 1956 - Platas para Argenteria Christofle, París y para Sabattini, Vicenza 1956 - Telas estampadas para Jsa, Busto Arsizio, Varese 1956 - Losas para Ceramica Joo, Limito, Milán 1956 - Esmaltes De Poli, Padua 1957 - Silloncitos Lotus, Due Foglie, Round, para Cassina en la XI Trienal 1891. gio ponti - palazzo montecatini e secondo palazzo montecatini, milano, 1951. Biografia • Alte paternità artistiche. Gio Ponti. Sus padres fueron Enrico Ponti y Giovanna Rigone. Gio Ponti: Opere e Biografia dell'Architetto Gio Ponti - Domus. - Gio Ponti ammira il critico Edoardo Persico. Sep 10, 2020 - Explore Elsie Mangones's board "Gio Ponti / Richard Ginori", followed by 603 people on Pinterest. Gio Ponti ( Milão, 18 de novembro de 1891 — ibid., 16 de setembro de 1979) foi um arquiteto e designer italiano . -fiorisce l'amicizia con il pittore Massimo Campigli. Biografia Fin dalle prime attività giovanili, l’opera di Giovanni (Giò) Ponti (1891-1979) si colloca come profondamente innovatrice e indirizzata a superare i movimenti di ritorno neoclassici dei primi decenni del Novecento. Nell'immediato dopoguerra assistiamo da un lato a un forte coinvolgimento, teorico e pratico, sul tema della ricostruzione, dall'altro a un netto rinnovamento formale: il volume lascia il posto alla superficie, alla ricerca di luminosità e fluidità spaziale. Memorable episodes from this phase were Ponti's involvement in the Triennale exhibitions of 1930, 1933 ("his" Triennale), 1936, 1940 and 1951. Gio Ponti Bauhaus Milano Italia Art Deco Land Art Luoghi Abbandonati Palazzo Architettura Moderna Coppia. Termina, con la casa-torre Rasini in corso Venezia a Milano l'associazione professionale con Emilio Lancia. Mejores Libros, eBooks o Novelas del escritor GIO PONTI con su Biografía y Bibliografía. This partnership led to a number of important designs and constructions: school buildings (the School of Mathematics on the Rome University Campus, and the Faculty of Letters and Dean's Offices at Padua University), office blocks (the Montecatini Building) and residential buildings (the Marmont House in V.le Gustavo Modena, Milan, and Villa Donegani in Bordighera). Ponti pubblica "Amate l'Architettura". Alle grandi opere si affianca una vasta e proficua produzione nel campo dell'arredo, in cui si fondono funzionalità ed eleganza formale. Progetta la casa di Via Dezza, adiacente allo studio, dove abiterà da allora in poi, in un appartamento espressione della sua “cultura dell'abitare”, delle sue passioni e dei suoi temi. En 1921 se casó con Giulia Vimercati y tuvieron 4 hijos y 8 nietos. Giovanni (called "Gio") Ponti was born in Milan on 18 November 1891, the son of Enrico Ponti and Giovanna Rigone. A Milano frequentò il liceo classico e poi il Politecnico, dove si laureò nel 1921, dopo la parentesi della Grande Guerra, cui aveva partecipato in … Dopo aver preso parte alla prima guerra mondiale, si laurea e ben presto si avvicina al gruppo dei “Neoclassici milanesi”. In these years Ponti gradually moved away from official publicy-commissioned projects and demonstrated a new interest in the decorative arts (collaborating for instance with Venini and De Poli), as well as in painting and in stage design. Giovanni Ponti, detto Gio (Milano, 18 novembre 1891 – Milano, 16 settembre 1979), è considerato uno dei maestri dell'architettura italiana, ed è stato anche designer e saggista, tra i più … Prende avvio una nuova fase progettuale, caratterizzata dal riferimento a un'ideale architettura mediterranea. Giovanni Ponti, detto Gio, nasce a Milano il 18 novembre 1891 da Enrico Ponti e Giovanna Rigone. 1913. DAL 1923 AL 1930 DIRETTORE ARTISTICO DELLA RICHARD-GINORI; DISEGNA UNA COLLEZIONE COMPLETA PREMIATA ALL EXPO PARIGINO DEL 1925. Biografia - Giò Ponti. He founded, with Gianni Mazzocchi, the magazine Domus. The concept of "ltalian-ness", together with a drawing close to rationalist theories, led him in the late 1920s to conceive his first ''typical houses" emblematically called "Domus". Another design phase began, characterised by references to an ideal of Mediterranean architecture and by the promotion of a convergence between art and industry. Gio Ponti. Dopo il liceo classico, nel 1913, si iscrive alla Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano, ma potrà laurearsi solo alla fine della prima guerra mondiale cui partecipa, nonostante la salute inizialmente cagionevole, in prima linea, riportandone alcune decorazioni sul … They had four children: Lisa, Giovanna, Giulio e Letizia, and eight grandchildren. Fra ceramica ed editoria El 1921 es … per pc desktop Biografia Gio Ponti, Gio Ponti biografia e bibliografia. Di questi anni la villa Bouilhet a Garches presso Parigi, in cui architettura, interni e decorazione si fondono.

Incidente A Rende Questa Notte, Ricette Pesce Letterato, Incidente A Rende Questa Notte, Opuntia Microdasys Acqua, Verifica Tecnologia Prima Media Legno, Opuntia Microdasys Acqua, Verifica Tecnologia Prima Media Legno, Incidente A Rende Questa Notte, Verifica Tecnologia Prima Media Legno, Agenda Settimanale 2020 Da Stampare Gratis,